Monteblu

Il paese dove le valli ridacchiano

 

Ebbene sì, la Catena del Monteblu è decisamente un posto in cui spassarsela, godersi la vita e riempirsi la pancia!  Qui ci si può tuffare in uno dei tanti laghi la cui acqua si scalda immediatamente alla temperatura che si preferisce.  I laghi sono collegati tra loro da piccoli ruscelli che sembrano scivoli d'acqua.  Juppiiii! Nella Foresta Selvaggia invece le radici degli alberi offrono nascondigli sensazionali, mentre il suolo è ricoperto da uno strato di muschio talmente morbido e spesso da potervici sdraiare sopra comodamente.  Ma non è tutto! Questo fantastico angolo di mondo è tutto una sorpresa: ci sono anche il Monte di Pane e Sbrinz, la Cascata sussurrante e – hi, hi, hi – la Valle delle risate.

 

Il Monte di Pane e Sbrinz

Chi intende scalare il Monte di Pane e Sbrinz non deve assolutamente preoccuparsi di portare con sé le provviste, perché la montagna è commestibile. D'estate la cima stuzzica gli escursionisti con una bella crosta fiorita, mentre d'inverno alletta il palato con un invitante aroma erborinato. Che bontà!
Ai piedi della montagna c'è Henry Macadamia, il pelapatate più veloce della galassia, che ha aperto il proprio ristorante  dove si possono gustare pietanze celestiali!

La Cascata sussurrante

Contrariamente a Futurla dove tintinnii, rimbombi e fischi non cessano mai, sulla Catena del Monteblu regna una pace assoluta.  Chi tende però bene l'orecchio riesce a sentire il sussurro della cascata
 le cui acque di solito si dilettano a raccontare storielle.  A volte la cascata è capace addirittura di prevedere cosa sta macchinando Nimago.  Se solo si imparasse ad ascoltarla più spesso... 

La Valle delle risate

Più ci si addentra nella Valle delle risate, più migliora il proprio stato d'animo. Il buonumore raggiunge il culmine e la risata diventa irrefrenabile. Haha, huhu, hihi, aiutoooo, noooon si rieeesceee più aaaaa smmmmeetteeeree di riiiideeereeee!

Giochi al contrario: quale suona più divertente?