Scrivere una poesia senza rime

Stravecchio stagno. Un rospo salta dentro. Plop.*
Questo versetto ti fa immaginare il rospo intento a saltare nello stagno con un plop. 

È detto haiku. Lo haiku non è una strana disciplina sportiva orientale, ma un breve componimento poetico giapponese. Si dice che lo haiku sia addirittura la forma di poesia più corta al mondo. È formato da soli tre versi. 

Pur essendo piuttosto semplice e privo di fronzoli, è spesso molto espressivo e lascia al pubblico ampia libertà d'interpretazione. Un tempo lo haiku aveva un rigido numero prestabilito di sillabe: cinque sillabe per il primo verso, sette sillabe per il secondo e cinque sillabe per il terzo.

Pianta stridente
Il vento soffia sui rami
Nina ascolta.


Oggi si possono utilizzare anche più sillabe per ogni verso perché l'aspetto più importante dello haiku è soprattutto la riflessione poetica e l'interpretazione personale del testo.

*Ecco qui un famoso haiku di Matsuo Bash? (1644-–1694), tradotto dal giapponese:

Anche altri bambini lo hanno trovato interessante

Clicca sulla galleria