Imparare a palleggiare

Ti piacerebbe diventare un mago del pallone come Messi o Ronaldo? Allora inizia subito ad allenarti! Ti occorrerà molta pazienza... 

Prima astuzia Tieni il pallone davanti a te all'altezza del petto. Ora lascialo semplicemente cadere davanti a te e calcialo in aria con il piede più forte. Quando lo colpisci, non mandarlo in avanti ma verso l'alto. Per farlo tieni il piede leggermente inclinato in modo tale da calciare il pallone all'altezza delle stringhe.

Seconda astuzia Inclina il malleolo e tienilo fermo e teso. Ricorda: un piede vacillante significa un tiro traballante.

Terza astuzia Tieni il ginocchio leggermente piegato per esercitare un miglior controllo sul pallone. Non perdere mai di vista il pallone. Cerca sempre di tenere il corpo ben dritto, senza inclinarti in avanti o indietro.

Quarta astuzia Tieni il piede che calcerà il pallone sempre vicino a terra e non sollevarlo con la gamba. Ricorda: Il palleggio viene dai piedi, non dalle gambe.

Consiglio per i principianti Un pallone ben gonfio è più difficile da controllare. Quindi per esercitarsi è meglio sgonfiarlo leggermente. Mano a mano che il palleggio migliora, gonfia un po' di più il pallone per aumentare il grado di difficoltà.

A proposito: il detentore del record mondiale di palleggio è il cubano Erick Hernandez. Nel 2013 è riuscito a palleggiare senza sosta su un piede per 19 ore e 10 minuti, 111 000 volte! Ma come ha fatto senza neppure dormire? Hernandez detiene anche il record mondiale di palleggio con la testa: 350 volte in un minuto.

Anche altri bambini lo hanno trovato interessante

Clicca sulla galleria

Giochi al contrario: quale suona più divertente?